Enrico Frattaroli
Indice
ARTISTA INDIPENDENTE
Enrico Frattaroli

*non affiliato, non appartenente a nessuna corporazione, setta, parrocchia, partito, gruppo, consorzio, famiglia, cosca, cricca, clan, cartello, genere, scuola, accademia, movimento, squadra...
  
   
IRREGOLARE PER VOCAZIONE. Nelle mie note di regia su "SADE : opus contra naturam", riferendomi al mio lustro di produzioni sull’opera del Marchese de Sade, asserivo di aver affrontato Sade sadianamente, vale a dire disponendomi a una lettura, a una dedizione, a un coinvolgimento eccessivi come il carattere eccessivo della sua scrittura esigeva, e che questo era stato possibile a condizione di restare “fuori dal teatro”, connesso alla natura, al ritmo del mio procedere in Sade — e di Sade in me — dissociato per principio dagli spazi, dai tempi, dai modi di produzione e distribuzione del teatro in Italia. Quanto detto emblematicamente sul mio ciclo di opere sadiane valeva, e vale ancora, per le opere che lo hanno preceduto e seguito.
 

Il mio teatro esiste finché io mi ostino a farlo esistere, inventandomi di volta in volta i modi di produrlo al di fuori delle regole, dei tempi e degli spazi a vario titolo istituzionali, esclusivamente alimentato dalla mia passione di utopie estetiche: le sole dimensioni di utopia — di non distopico futuro — in cui io mi riconosca. Questo mio essere fuori dal teatro non mi ha impedito di presentare i miei lavori a Parigi o a Dublino, a New York, a Melbourne o a Sidney, al Cairo o a Praga, ma mi ha escluso, nondimeno, dal sistema, o dalla famiglia del teatro italiano. Una solitudine, una necessità, la mia, in cui ritrovo, intatta, la mia singolare libertà.
 
Il mio è un teatro non tematico, non narrativo, a rigore neanche drammaturgico, ma essenzialmente poetico. Sulla mia scena, le dimensioni testuali, musicali, plastiche e visive si integrano come voci di un unico tessuto compositivo. Una poiesis alla cui complessità lavoro in prima persona, curando ogni aspetto, come un video-maker, un musicista, uno scrittore, un regista, un autore o, semplicemente: un artista.

«...CI VUOLE UNA CERTA RAFFINATEZZA, UN'INFINITA RAFFINATEZZA, ED UN'ORRIBILE TENACIA »
(Louis-Ferdinand Céline)

   
copyright 1999-2019 - ENRICO FRATTAROL I — ULTIMO AGGIORNAMENTO : 31 agosto 2019